Vivalowcost parla di Marquez

Warning: file_get_contents(http://www.linkedin.com/countserv/count/share?url=http://www.marquezonline.com/vivalowcost-parla-di-marquez/&format=json): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.marquezonline.com/home/lostatodellecose/wp-content/plugins/tk-social-share/tk-social-counter.php on line 145

Perchè Marquez incuriosisce? Cosa ha Marquez di particolare? Per rispondere a queste domande innanzitutto vi rimando all’ascolto dell’album; poi dico che “Figlio del diavolo” è un’autoproduzione nata in tempi brevissimi che strega dal primo all’ultimo accordo. Un desiderio di concretezza che cristallizza un approccio rock-blues in dodici tracce (in italiano) che deflagrano e si proiettano sulla realtà.

“Abbia inizio la guerra” svela l’album: voce effettata (che ricorre spesso nel disco), atmosfera cupa e racconto di esplosioni, sangue e schianti. Il ritmo incalzante di “Dieci monete in tasca” si fonde perfettamente con il testo graffiante e gli ossessivi riff di chitarra.
La title-track “Figlio del diavolo” è un affresco blues con la figura demoniaca che spiega tutte le sue caratteristiche. “Firenze in marzo” è una delle canzoni più belle del cd; approccio rock e una meravigliosa coda arrabbiata (‘Firenze è buia, Firenze è stanca, Firenze è sola, non ride mai’…). “In giugno” è un brano calmo che si apre con un efficace ‘profumo di chitarra suonata perbene’; si respira un’atmosfera intima, eterea e piena di magia. Bellissimo l’organo di “Meno male che non dormo quasi mai” che colora una canzone dal ricco taglio emozionale: riuscitissima. “In apnea” (‘A cosa pensi adesso che diventa giorno e non ho più respiri per te, vivrò in apnea finchè non mi sorriderai’) è un altro pezzo fondamentale del puzzle: un respiro caldo fra i sospiri tesi del resto dell’album.

“Figlio del diavolo” è un disco da ascoltare al tramonto, con gli occhi aperti e lo sguardo al cielo. Senza alcuna prudenza.

Antonio Giovanditti su Vivalowcost

> Vai alla pagina della recensione
> Vai alla home di Vivalowcost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *